martedì , 7 Luglio 2020
In Evidenza

MAI PIÙ UN BANCO VUOTO – ATTIVITÀ

Articoli tratti dalla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (20 novembre 1989)

Articolo 6 

1. Gli Stati parti riconoscono che ogni fanciullo ha un diritto inerente alla vita.

2. Gli Stati parti assicurano in tutta la misura del possibile la sopravvivenza e lo sviluppo del fanciullo.

Articolo 16 

1. Nessun fanciullo sarà oggetto di interferenze arbitrarie o illegali nella sua vita privata, nella sua famiglia, nel suo domicilio o nella sua corrispondenza, e neppure di affronti illegali al suo onore e alla sua reputazione.

2. Il fanciullo ha diritto alla protezione della legge contro tali interferenze o tali affronti. 

Target: Ragazzi e ragazze della scuola secondaria di primo e secondo grado. È importante utilizzare un linguaggio adeguato all’età delle studentesse e degli studenti coinvolti.

Obiettivi: Approfondire in maniera critica il tema del bullismo e del cyberbullismo come violazione dei Diritti del Bambino e dell’Adolescente a partire da un caso reale.

Su cosa si lavora: Bullismo e cyberbullismo come violazione dei diritti; reati connessi al bullismo e cyberbullismo; la legge 71/2017 – introduzione.

Materiale: Video “Mai più un banco vuoto“, ispirato alla vera storia di Carolina Picchio. Prodotto da FARE X BENE Onlus con il patrocinio della Fondazione Carolina Picchio. Articoli 6 e 16 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Lim o altra strumentazione idonea a proiettare il video e gli articoli.

Indicazioni per il conduttore: Dopo la visione del video “Mai più un banco vuoto”, proiettare o scrivere alla lavagna i 2 articoli selezionati. Stimolare la discussione chiedendo ai ragazzi in che modo tali diritti sono stati violati nel caso di Carolina Picchio.

Spunti di Riflessione: Cosa significa salvaguardare il diritto alla vita dei minori? Perché possiamo dire che nel caso di Carolina è stato violato il diritto inerente alla vita? Potremmo dire la stessa cosa anche se Carolina non fosse arrivata alla tragica decisione di togliersi la vita? Cosa si intende per “reputazione”? Nel caso di Carolina la sua reputazione è stata intaccata solo da chi ha fatto il video? Che responsabilità ha chi l’ha diffuso? E chi l’ha condiviso? Esiste secondo voi il reato di bullismo o cyberbullismo? Sapete quali possono essere i reati commessi? Credete sia importante una legge a tutela delle vittime? Avete mai sentito parlare della legge sul cyberbullismo?

About Giada Billi

Giada Billi, laureata in Scienze Storiche cum laude all’Università di Bologna e in Psicologia clinica e riabilitativa all’Università di Roma. E’ docente e referente per l’inclusione e contro bullismo e cyberbullismo presso il liceo Torricelli Ballardini di Faenza. Ha pubblicato “rapporti economici tra Italia fascista e Germania nazista durante l’occupazione”per SBC e “Il default islandese” per YCP. E’ socia Mensa Italia dal 2000.